Annunci

Avviso sull'istituzione dell'albo delle imprese di fiducia
Leggi tutto...
 
S.G.A.T.E.: Le famiglie disagiate possono risparmiare da 60 a 135 Euro all'anno.
Leggi tutto...
 

DIsponibili i virtual Tour degli Archi di Pasqua

Leggi tutto...
 

Login Form

Iscriviti al sito per ricevere notizie su pubblicazioni e avvisi.





Password dimenticata?
Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che gli utenti conferiscono all’atto della loro iscrizione sono obbligatori al fine di far fronte alla vostra richiesta. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 . Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è il comune di San Biagio Platani.
powered_by.png, 1 kB
Home arrow Autocertificazione
Guida all'Autocertificazione
  Cosa è l'autocertificazione
 

L'autocertificazione consente ai cittadini di presentare, in sostituzione dei certificati tradizionali, richieste e stati mediante apposite dichiarazioni sottoscritte per le quali non necessitano firme autenticate. Tale autocertificazione esula il cittadino dall'obbligo di presentare successivamente il certificato vero e proprio. La PA ha l'obbligo di accettare tali certificati, riservandosi la possibilità di un eventuale controllo in ragione di eventuali dubbi sulla veridicità.

 
  Dichiarazioni che si possono autocertificare
 
  • data e il luogo di nascita;
  • residenza;
  • cittadinanza;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • stato di celibe, coniugato, vedovo o stato libero;
  • stato di famiglia;
  • esistenza in vita;
  • nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente;
  • iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;
  • appartenenza a ordini professionali;
  • titolo di studio, esami sostenuti;
  • qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
  • situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;
  • assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto;
  • possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria;
  • stato di disoccupazione;
  • qualità di pensionato e categoria di pensione;
  • qualità di studente;
  • qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;
  • iscrizione presso associazioni o formazioni sociali di qualsiasi tipo;
  • tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
  • di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l~Rapplicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
  • di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
  • qualità di vivenza a carico;
  • tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile;
  • di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.

Tutti gli stati, fatti a qualità personali non autocertificabili (non ricompresi nell'elencazione precedentemente) possono essere comprovati dall'interessato, a titolo definitivo, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.
Si possono ad esempio dichiarare: chi sono gli eredi; la situazione di famiglia originaria; la proprietà di un immobile, ecc.
La dichiarazione che il dichiarante rende nel proprio interesse può riguardare anche stati, fatti e qualità personali relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.
La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, non può contenere manifestazioni di volontà (impegni, rinunce, accettazioni, procure) e deleghe configuranti una procura.
Qualora risulti necessario controllare la veridicità delle dichiarazioni nel caso in cui gli stati, i fatti e le qualità personali dichiarati siano certificabili o accertabili da parte della pubblica amministrazione, l'amministrazione procedente entro quindici giorni richiede direttamente la documentazione all'amministrazione competente.
In questo caso, per accelerare il procedimento, l'interessato può trasmettere, anche attraverso strumenti informatici o telematici, copia fotostatica, non autenticata, dei certificati in cui sia già in possesso.Le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà non richiedono alcuna autenticazione da parte del pubblico ufficiale quando siano contestuali ad una istanza.
In questo caso l'interessato deve presentare la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà:
a) unitamente alla copia non autenticata di un documento di riconoscimento (nel caso di invio per posta o per via telematica);
b) firmarla in presenza del dipendente addetto a riceverla (nel caso di presentazione diretta)

 
  Dove si può utilizzare

L'autocertificazione sono utilizzabili solo nei rapporti con le amministrazioni pubbliche: Amministrazioni dello stato, istituti, scuole, università, aziende e amministrazioni dello stato ad ordinamento autonomo, regioni, province, comuni, I.A.C.P., camere di commercio e qualsiasi ente di diritto pubblico. Si possono utilizzare anche con imprese esercenti servizi di pubblica utilità o necessità, quali Poste, ENEL, Telecom, Aziende del gas, ecc. L'autocertificazione e le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà non possono essere utilizzate nei rapporti fra privati o con l'autorità giudiziaria nello svolgimento delle proprie funzioni.

 
  Funzionamento
 
Per quanto riguarda le autocertificazioni è necessario compilare il modulo previsto che non è soggetto ad alcuna autenticazione.
Per quanto riguarda la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, occorre l'autenticazione solo quando non sia contestuale ad una istanza. L'autenticazione avviene previa identificazione del dichiarante da parte del pubblico ufficiale.
 
  Cosa non è autocertificabile
 

Non sono sostituibili con l'autocertificazione i seguenti documenti:

  • certificati medici, sanitari, veterinari
  • certificati di origine e conformità alle norme comunitarie
  • brevetti e marchi

Tutti i certificati medici e sanitari richiesti dalle istituzioni scolastiche ai fini della pratica non agonistica di attività sportive da parte dei propri alunni sono sostituiti con un unico certificato di idoneità alla pratica non agonistica di attività sportive rilasciato dal medico di base con validità per l'intero anno scolastico - art. 10 comma 2 DPR 403/98.

 
  Dichiarazioni non veritiere
 

L'amministrazione pubblica può effettuare dei controlli a campione oppure dove lo ritenga necessario sulle autocertificazioni. La dichiarazione non veritiera è punita ai sensi del codice penale e delle leggi speciali sulla materia.

 
  Cosa fare se non viene accettata
 

Il funzionario dell'ufficio pubblico che non ammette l'autocertificazione o la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, incorre nelle sanzioni previste dall'art. 328 del Codice penale e rischiano di essere puniti per omissioni o rifiuto di atti d'ufficio. Questo nonostante ci siano tutti i presupposti per accoglierla.

 
  Autocertificazioni via fax o email
 

Tutte le domande e le dichiarazioni sostitutive da presentare alla pubblica amministrazione o ai gestori di servizi pubblici, possono essere inviate anche per fax, allegando la fotocopia di un documento di identità. L’uso di e-mail può avvenire soltanto con la "firma digitale" o con la carta di identità elettronica

 
  Normativa
DPR 445/2000
 
  Moduli
Per un corretto utilizzo è necessario scaricare i moduli e poi modificarli.
 

I moduli costantemente aggiornati potete trovarli qui:

Comuni.it  

 
© 2017 Comune di San Biagio Platani
Il paese degli Archi di Pasqua e Architetture di Pane